Bilancio Sociale
15038
page-template-default,page,page-id-15038,bridge-core-1.0.5,ajax_fade,page_not_loaded,qode-page-loading-effect-enabled,,qode-theme-ver-18.1,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.2,vc_responsive

Bilancio Sociale

Lettera del Presidente

“Tutti fragili e disorientati, ma nello stesso tempo importanti e necessari,
tutti chiamati a remare insieme,tutti bisognosi di confortarci a vicenda.
Su questa barca… ci siamo tutti.”

(Papa Francesco, Momento straordinario di preghiera, San Pietro, 27 marzo 2020)
Care socie, cari soci,è molto difficile riassumere in poche righe quanto è stato vissuto in questo “annus horribilis” che
con i suoi avvenimenti ha modificato radicalmente le nostre abitudini, le relazioni familiari, i rapporti
sociali e amicali, ma anche i bisogni sociali e sanitari delle persone e il modo di affrontarli.
Ci siamo scoperti fragili e impauriti davanti a un nemico subdolo che ci ha colpito duramente
portando malattia e lutto nelle nostre famiglie, tra i nostri amici, tra i nostri utenti. Non possiamo
fare a meno di pensare a chi tra noi ha sperimentato in prima persona la brutalità della malattia e il
dolore della perdita improvvisa e inaspettata di un affetto insostituibile.
Davanti a questo scenario di tempesta, riprendendo
l’immagine utilizzata da Papa Francesco, sono orgogliosa di riconoscere che la nostra Cooperativa ha retto con
compattezza, flessibilità, capacità di adattamento e grande senso di responsabilità di tutti. Ci è stato chiesto di
apprendere e applicare rigorose norme di comportamento sanitario, di modificare il nostro modo di lavorare, di
utilizzare nuovi strumenti di comunicazione, di essere prontiad aprire o chiudere le nostre attività a seconda del momento. Gli operatori dei servizi di prossimitàe sostegno domiciliare hanno continuato a essere presenti sul territorio e nelle situazioni di fragilità
anche nel periodo peggiore del lockdown, senza sottrarsi alla responsabilità sociale loro richiesta. I
valori “ dell’accoglienza intesa come rispetto e ascolto della persona, della solidarietà verso tutti i
cittadini, con particolare attenzione alle situazioni di fragilità, e della collaborazione con le istituzioni
e le risorse del territorio per la promozione della comunità” che sono alla base del nostro Statuto,
hanno avuto modo di manifestarsi in azioni concrete.
Pur nella difficoltà dell’anno trascorso, tutti i lavoratori hanno potuto mantenere il proprio posto di
lavoro, a loro favore sono state attivate tutte le tutele previste dalla legge, e laddove costretta ad
BILANCIO SOCIALE 2020 – pag. 4
attivare il FIS – Fondo di Integrazione Salariale, la Cooperativa ha anticipato in busta paga quanto
dovuto dall’ INPS per ridurre al minimo il disagio ai dipendenti.
Grazie all’impegno collettivo, anche dal punto di vista economico la Cooperativa non ha subito
ripercussioni, chiudendo il Bilancio con un piccolo margine anche se lontano dagli esiti degli scorsi
anni. Di particolare importanza è stato il contributo di 26.000 euro di Fondazione CARIPLO per il
progetto “Barra a dritta” finanziato nell’ambito del Bando “LETS GO Misura di sostegno agli Enti di
Terzo Settore”.
Gli scenari futuri rimangono ancora molto nebulosi, certamente dovremo continuare nel nostro
sforzo di adattamento al mutare delle situazioni, ma il mio augurio è che riusciamo a mantenere
alta in noi la coscienza dell’utilità sociale del nostro operare consolidando al contempo la solidarietà
interna che contraddistingue positivamente l’agire e l’essere della nostra Cooperativa.
Concludo ringraziando ciascuno per l’apporto professionale e umano con il quale ha contribuito
anche quest’anno alla vita e alla crescita della Cooperativa.
La Presidente
Antonella Pasquini

BilancioSociale-2020